martedì 27 maggio 2008

Riscoprire le Seadas

Se per buona parte sono greca, e di nascita sono romana, per la restante percentuale (che non ho mai calcolato) sono sarda. Per questo ho sempre avuto modo di assaggiare prodotti specialissimi della sardegna che venivano mandati da parenti (mai visti e conosciuti) a mia nonna che a sua volta li smistava tra noi. Quindi ottimi formaggi, ciccioneddi (sempre chiamati così i famosi gnocchetti), savoiardi (quelli veri sardi sono buonissimi), papassini, e ovviamente le seadas.
Le odiavo, non le capivo, ho sempre creduto che fossero un miscuglio di sapori inconciliabili.. finché non ho avuto modo di prepararle io stessa con mia nonna!

Ingredienti:
-500g di formaggio di pecora freschissimo
-300g di semola
-2 uova grandi
-150 di strutto
-la scorza di due arance non trattate
-olio d'oliva per friggere
-miele leggermente sciolto a bagnomaria

Preparare un impasto con la semola, le uova, e lo strutto che risulti ben liscio e omogeneo e farlo riposare in frigorifero per 20 min. Affettare il formaggio non troppo sottile. Riprendere la sfoglia, stenderla e formare numerosi dischi al centro dei quali porre il formaggio e una piccola parte delle scorze; chiudere sovrapponendo un'altra sfoglia. Friggere in olio bollente finché ogni lato non risulti dorato. Decorare con l'altra scorza e il miele.

In genere il miele viene sostituito con lo zucchero, personalmente non sono d'accordo: i granelli mi disturbano parecchio: la sfoglia s'incroccantisce, il formaggio si squaglia, la scorza è l'elemento di freschezza che contrasta il fritto... il miele addolcisce il tutto e lo rende avvolgente.

5 commenti:

Monique ha detto...

ciao!son capitata qui dai commenti in giro per la blogosfera...e che ti trovo un blog in viola, il mio colore preferito!
complimenti
buona giornata
monique

Dolcetto ha detto...

Sai che non le conoscevo? Sembrano davvero squisite... se dovessi farle userò il miele, direi che mi hai convinta;D

parolediburro ha detto...

Ciao,complimenti per il blog,mi piace moltissimo!
Questa ricetta mi piace proprio tanto,me la segno subito.
Buona giornata!:-)

*PhAbYA* ha detto...

@monique= anche io adoro il viola, temevo fosse poco adatto ad un blog di cucina, ma sono sempre più convinta di aver fatto la scelta giusta!!

@dolcetto=sono contenta di esserci riuscita, spero che tu riesca ad assaggiarle presto...

@parole di burro=spero di rivederti
presto!

phabya

VANESSA ha detto...

wow che bellissimo miscuglio ;-P sardegna grecia roma....e chissà qnt cose buone sai preparare soprattutto saporite! queste seadas sembrano delizione...ammetto che nemmeno sapevo che esisteva un piatto così ma alla prima occasione di sicuro le assaggerò...o le farò diretamente!