lunedì 3 marzo 2008

Plum Cake pensato per il mattino...

Quando passo per la stazione di mattina sono sempre investita da folate di cornetti appena scongelati... è un po' triste vedere la gente ammassata sui banchi, intenta a mangiare di corsa, in mezzo alla folla colazioni spersonalizzanti. Non voglio farne una questione filosofica, ma io che da poco ho imparato a godere di questo piacere, mangio a casa, con i miei tempi, e possibilmente, i miei dolcetti.

Ingredienti:
-180g di farina
-50g di farina di mandorle, o mandorle tostate e tritate
-180g di zucchero
-120g di burro
-2 uova
-90ml di latte
-300g di carote
-10 gocce di essenza di mandorle
-un pizzico di sale
-un lievito istantaneo per dolci

Iniziare tagliando le carote à la julienne, e mettendole da parte; lavorare il burro (a temperatura ambiente) con lo zucchero, aggiungere le uova e, continuando a sbattere, il latte e l'essenza. Mescolare le farine, il lievito e il sale e aggiungerle al composto liquido lentamente, cercando di eliminare eventuali grumi.
Strizzare le carote che, per ultime, dovranno essere incorporate all'impasto, che a questo punto andrà versato in una forma imburrata e infarinata, e posto nella parte più alta del forno. Cuocere per 40 min a 180gradi.

Un semplice plum cake, morbido e profumato è ottimo intinto nel latte (e questo al bar non si può fare..), accompagnato al tè, ma anche alle spremute, e ai succhi di frutta; ma soprattutto non richiede particolare abilità, e una volta pronto, opportunamente conservato, resiste per un bel po'.

1 commento: